Istanbul e la Cappadocia, mini guida a portata di blog

Istanbul, Capitale Europea della Cultura 2010

Manca solo un mese al termine del mandato di Capitale Europea della Cultura assegnato ad Istanbul  dalla Comunità Europea: per tutto il 2010 infatti, la capitale della Turchia è stata invasa da eventi culturali che hanno risvegliato e valorizzato il tessuto artistico della città, attraendo milioni e milioni di visitatori da tutto il mondo.

Musica, danza, cinema, teatro, letteratura e arte tradizionale sono stati i protagonisti di un’ annata decisamente speciale per Istanbul, annata che, per chi fin d’ora si è perso lo spettacolo, non è ancora del tutto terminata.

Gli eventi di fine anno ad Istanbul: cultura ed arte

Tra novembre e dicembre, Istanbul promette grandi emozioni con gli ultimi eventi in programmazione : arti visive, conferenze, concerti e festival… C’è solo l’imbarazzo della scelta.

Si va dal progetto Portable Art, concentrato sull’arte contemporanea turca che propone cinque esposizioni in giro per la città (Fractal Flowers,  (S)He is an Istanbulite e Nice to see you fino al 30 novembre, e ancora Heyday e Amber fino a dicembre), alle esposizioni fotografiche di grandi artisti come Sophie Calle, o ancora la mostra collettiva Lives and Works in Istanbul, che includerà le opere di tutti gli artisti coinvolti in questo anno intenso di programmazioni. Per chi preferisce la musica, invece, fino a fine novembre si potrà godere di concerti dal vivo di musica classica, tra cui un excursus su Chopin, Ravel e Tchaikovsky (presso l’Exhibition Hall il 25 novembre), oppure partecipare all’ Istanbul World Music Festival (WOMIST –  a dicembre).
O forse avete voglia di scoprire la sensualità e l’armonia della danza turca? Anche in questo caso potrete gustare le ultime date dello Shaman Dance Theatre, dove si alterneranno quattro compagnie di ballo per farvi apprezzare la vera danza tradizionale turca.

Istanbul: Piano B

Questo e molto altro vi aspetta ad Istanbul, ma se avete voglia di spingervi oltre e conoscere la vera anima della Turchia, approfittate del vostro soggiorno per organizzare anche una gita fuori porta…
La meta? La regione della Cappadocia, un gioiello della Turchia da non perdere se si vuole comprendere a pieno tradizione e costume del paese.

Tour in Cappadocia per scoprire il volto surreale della Turchia

A qualche kilometro di distanza da Istanbul tra Kayseri, Aksaray, Hacibektaş e Niğde, si trova il fiore all’occhiello della Turchia, un museo a cielo aperto che non potete davvero rinunciare di visitare.
Arrivare in Cappadocia è anche abbastanza semplice: potete scegliere tra aereo o pullman, e in pochissime ore sarete catapultati in un paesaggio del tutto surreale, dal fascino unico.

Solo per darvi qualche anticipo, possiamo suggerirvi di fare tappa al villaggio di Göreme, dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco: un labirinto di vicoli che ospitano antiche case sorte ai piedi di altissimi coni di tufo e dirupi. Chiese e monasteri scavati nella roccia e suggestivi pinnacoli a forma di fungo (i Camini delle Fate) ispireranno certamente le vostre foto di viaggio!! E poi ancora, le città sotterranee di Kaymakli e di Derinkuyu, scavate oltre 4000 anni fa dalle popolazioni che cercavano rifugio in questa regione. Un percorso davvero emozionante ma assolutamente sconsigliato a chi soffre di claustrofobia, (questi villaggi sono costruiti a sette o otto livelli sotto la superficie terrestre…). Per chi ha voglia di una sosta nel bel mezzo della natura, si potrà invece far tappa nel Parco Nazionale dell’Ala Dağlar e godere della vista delle meravigliose cascate ai piedi dei monti del Tauro, oppure pianificare una passeggiata nella Valle di Ihlara, valle immersa in un ambiente incontaminato e costellata da antichissime chiese rupestri, luoghi di rito dei monaci bizantini.

E se tutto ciò ancora non fosse bastato a farvi sognare ad occhi aperti, provate a scoprire la Cappadocia dall’alto delle nuvole, in mongolfiera! Un’esperienza unica….solo per pochi e che solo la Turchia può offrire!

Autore Foto: Lor.enzo

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>